TUTTI SANTI, TUTTI FRATELLI

TUTTI SANTI,TUTTI FRATELLI

 

Promossi dal Movimento Pro Sanctitate tre giorni di studio sulla rivoluzione dell’amore

La direttrice Sechi: la santità è inscindibile dalla fraternità, si rivolge sempre agli altri

 

Prima delle aureole nei dipinti, hanno avuto le maniche della camicia arrotolate, il coraggio di abbassarsi all'altezza dei piccoli, l'umiltà di alzare gli occhi al cielo per trovare la forza di sollevare chi fa più fatica quaggiù. Sulla terra. I santi ci raccontano che per diventarlo la strada passa attraverso i gesti della vita quotidiana. Un cammino anche difficile, spesso molto duro ma che tutti sono in grado di percorrere. Perché la santità è la più democratica delle chiamate, non fa distinzione di età, sesso, estrazione sociale. Dio vuole tutti nel suo cielo e a ognuno, nessuno escluso, regala il "navigatore" della preghiera e offre l'equipaggiamento, di amore e servizio, per arrivarci. Ecco allora l'importanza e insieme la bellezza di mettersi in ascolto delle storie di bene e di chi le ha vissute. Come hanno fatto i partecipanti alla tre giorni, da venerdì a domenica scorsa, promossa dal Movimento Pro Sanctitate, riuniti intorno al tema "L'amore è rivoluzione", strettamente collegato al motto dell'esperienza nata dal carisma di monsignor Guglielmo  Giaquinta: "Tutti santi, tutti fratelli". Il Convegno nazionale è stato infatti anche un modo per riflettere su se stessi e sui progetti di futuro. «Il primo obiettivo - spiega Nicoletta Sechi direttore nazionale del Movimento "Pro Sanctitate" - era ridirci qual è la nostra identità, andare al cuore del messaggio che ci ha lasciato il fondatore. Che cioè per diventare santi non dobbiamo trovare un' altra natura, diversa da quelle che è già impressa in noi. Il nostro fondatore diceva che la santità non è lo sviluppo di una costruzione religiosa, non ha una scadenza cronologica, non è la conclusione di un percorso».

 

leggi di più

Padre Giulio Albanese, Loretta Angelini a Radio Vaticana alla vigilia del Convegno Nazionale del Movimento Pro Sanctitate

Alla Vigilia del Convegno Nazionale del Movimento Pro Sanctitate, ai microfoni di Radio Vaticana Padre Giulio Albanese e Loretta Angelini, membro del Movimento Pro Sanctitate di Roma, dialogano su santità e contemporaneità. Si puo' parlare di santità oggi?

 

Ascolta l'audio  

Download
Alla Vigilia del Convegno Nazionale del Movimento Pro Sanctitate, ai microfoni di Radio Vaticana Padre Giulio Albanese e Loretta Angelini
intervista Radio Vaticana 28.12.2019.mp
File audio MP3 24.6 MB

leggi di più

Il convegno nazionale su Radio Vaticana

Il Convegno Nazionale del Movimento Pro Sanctiate in anteprima su Radio Vaticana.

 

Alla vigilia del Convegno che si terrà a Sacrofano dal 29 novembre al 1 Dicembre, Giovedì 28 Novembre 2019 alle ore 18,45, nel corso della trasmissione «Il mondo alla Radio», Stefano Leszczynski ospita in studio Loretta Angelini, per il Movimento Pro Sancititate.

In collegamento telefonico interverrà Padre Giulio Albanese, giornalista, relatore della seconda giornata di convegno.

 

Ascolta radio vaticana

Convegno Nazionale del Movimento Pro Sanctitate, Celebrazione Eucaristica di apertura

Il Convegno Nazionale del Movimento Pro Sactitate  si aprirà Venerdì 29 Novembre 2019 con una Celebrazione Eucaristica, appuntamento alle 15.30 presso la Chiesa Parrocchiale di Santa Maria ai Monti, in Roma. La Parrocchia di Santa Maria ai Monti, che nel 1947 ha visto nascere a Roma i primi gruppi “Pro Sanctitate” e che nel 2016 ha offerto sepoltura al suo Fondatore, il Servo di Dio Guglielmo Giaquinta, accoglierà i membri Pro Sanctitate, provenienti da più parti d’Italia, che si raduneranno nel segno della Gratitudine per il dono dell’Ideale ricevuto: “L’amore è rivoluzione. Tutti Santi, Tutti fratelli”.

Convegno Nazionale del Movimento Pro Sanctitate - Comunicato stampa

COMUNICATO STAMPA

 

Da Venerdì 29 Novembre a Domenica 1 Dicembre, presso la Fraterna Domus di Sacrofano (Roma) si svolgerà il Convegno Nazionale del Movimento Pro Sanctitate.

«La santità non è qualcosa, una parte della vita cristiana, un suo perfezionamento, il culmine dell’ascesi - dichiara Nicoletta Sechi, Direttore Nazionale Del Movimento Pro Sanctitate a pochi giorni dal Convegno - Essa è il tutto, la parola di sintesi che traccia il senso dell’esperienza di ogni credente. Non si identifica con una o più forme di vita cristiana ma dà la forma ad ogni atto cristiano e non esiste se non vissuta concretamente. La santità ha soltanto un tratto comune e “visibile” in tutti coloro che ne sono conquistati: i segni della rivoluzione di vita e di amore per Dio e per i fratelli».

L’esperienza si aprirà con una Celebrazione Eucaristica, Venerdì alle 15.30 presso la Chiesa Parrocchiale di Santa Maria ai Monti, in Roma. La Parrocchia di Santa Maria ai Monti, che nel 1947 ha visto nascere a Roma i primi gruppi “Pro Sanctitate” e che nel 2016 ha offerto sepoltura al suo Fondatore, il Servo di Dio Guglielmo Giaquinta, accoglierà i membri Pro Sanctitate, provenienti da più parti d’Italia, che si raduneranno nel segno della Gratitudine per il dono dell’Ideale ricevuto: “L’amore è rivoluzione. Tutti Santi, Tutti fratelli”.

Su queste parole, semplici ed esplosive nel loro significato, si concentrerà la riflessione di Sabato 30 dicembre.

 

Nella sessione mattutina Padre Giulio Albanese – giornalista comboniano – e Antonia Chiara Scardicchio – Docente e Pedagogista – moderati da Fabio Zavattaro – vaticanista – accompagneranno i convegnisti alla scoperta dei significati più incisivi, concreti ed esigenti della Rivoluzione cristiana che attende di essere vissuta.

leggi di più

Officine della santità - Convegno Nazionale Movimento Pro Sanctitate

 

Officine della santità

Nell'ambito del Convegno Nazionale del Movimento Pro Sanctitate, si terranno laboratori di riflessione e di progettualità "abitati" da un testimone della fede, le Officine della Santità. Alle officine prenderanno parte familiari e amici del testimone della fede e la condivisione consentirà di interrogarsi  su come "abitare" e "animare" la società civile, la famiglia, la fraternità, la cultura, il lavoro.  

leggi di più

Convegno Nazionale Movimento Pro Sanctitate: Padre Giulio Albanese, Antonia Chiara Scardicchio, Fabio Zavattaro

Sabato 30 novembre 2019 presso la Fraterna Domus in Sacrofano la riflessione sul tema "L'Amore è rivoluzione: tutti santi tutti fratelli", si svilupperà attraverso gli interventi di Padre Giulio Albanese, Antonia Chiara Scardicchio e con il contributo di Fabio Zavattaro.

leggi di più

Regolamento del Concorso Nazionale Arti Visive, l'amore è rivoluzione

Il Movimento Pro Sanctitate indice un concorso nazionale di arti visive, in occasione del 25° anniversario della nascita al cielo del Fondatore, il Servo di Dio Guglielmo Giaquinta.

 

Il tema del concorso a cui i partecipanti dovranno dare forma attraverso le loro opere è:

 

“L’AMORE E’ RIVOLUZIONE”

Si può partecipare al concorso con la realizzazione di:

  • Opere pittoriche
  • Disegni
  • Fotografie
leggi di più

Programma Convegno Nazionale Pro Sanctitate - L'amore è rivoluzione, tutti santi, tutti fratelli

click per ingrandire
click per ingrandire

La città, le scuole, gli uffici, le strade attendono la "rivoluzione dell'amore", fatta da uomini, donne, giovani e bambini che credono nel Vangelo.

 

L'amore è rivoluzione: tutti santi, tutti fratelli. Il tema dell'incontro chiama a riunirsi la componente italiana del Movimento Pro Sanctitate nell'anno in cui ricorre il 25° anniversario dalla nascita al Cielo del Fondatore, il Servo di Dio Guglielmo Giaquinta.

 

La santità come risposta alle urgenze del mondo, la fraternità come stumento per costruire la pace: i lavori del Convegno approfondiranno la "rivoluzione" pacifica del Vangelo e di tutti coloro che si fanno compagni di viaggio di ogni uomo e ogni donna, testimoni della speranza che viene da Dio.

Tutti santi, tutti fratelli: parole che hanno cambiato la vita di quanti hanno abbracciato l'ideale della santità e della fraternita universali con scelte coraggiose, percorsi di assoluta generosità, esperienze comunitarie feconde e decisive. 

 

L'esperienza del Convegno si arricchirà con interventi di relatori esterni, incontro con testimoni diretti (familiari e amici) di santi della porta accanto, laboratori di confronto, momenti di preghiera e di fraternità.

 

L’AMORE E’ RIVOLUZIONE: TUTTI SANTI TUTTI FRATELLI - Convegno Nazionale del Movimento Pro Sanctitate

L’AMORE E’ RIVOLUZIONE:

TUTTI SANTI TUTTI FRATELLI

 

Convegno Nazionale del Movimento Pro Sanctitate

 

Dal 29 novembre al 01 dicembre 2019  si terrà presso la Fraterna Domus a Sacrofano (Roma) il Convegno Nazionale del Movimento Pro Sanctitate.

L’evento è dedicato alla realtà Pro Sanctitate e a tutti coloro che desiderano conoscere, approfondire, condividere il tema della chiamata alla santità.

L’amore è rivoluzione: tutti santi, tutti fratelli. Il tema dell’incontro chiama a riunirsi la componente italiana del Movimento Pro Sanctitate nell’anno in cui ricorre il 25° anniversario dalla nascita al Cielo del Fondatore, il Servo di Dio Guglielmo Giaquinta.  

La santità come risposta alle urgenze del mondo, la fraternità come strumento per costruire la pace: i lavori del Convegno approfondiranno la “rivoluzione” pacifica del Vangelo e di tutti coloro che si fanno compagni di viaggio di ogni uomo e ogni donna, testimoni della speranza che viene da Dio.

Tutti santi, tutti fratelli: parole che hanno cambiato la vita di quanti hanno abbracciato l’ideale della santità e della fraternità universali con scelte coraggiose, percorsi di assoluta generosità, esperienze comunitarie feconde e decisive.

Il Movimento Pro Sanctitate si raduna nel segno della festa, della gratitudine e dell’impegno.

 

Festa per la gioia di stare insieme, di condividere esperienze, di raccontarsi la vita.

Gratitudine per il dono di tanti fratelli, compagni di strada e di fede.

Impegno perché la rivoluzione dell’amore chiede menti aperte, cuori ardenti, mani generose.

 

La città, le case, le scuole, gli uffici, le strade attendono la “rivoluzione dell’amore”, fatta da uomini, donne, giovani e bambini che credono nel Vangelo.