Riscoprire di non essere soli

La bellezza del 1° novembre sta nel riscoprire di non essere soli nel cammino della fede. Questo abbiamo celebrato in Cattedrale a Noto (con la presenza di S. Ecc. Mons. Antonio Staglianò e il Vicario generale don Angelo Giurdanella): una Chiesa riunita per ricordare i “grandi i santi” come San Corrado, patrono di Noto, e quelli della “porta accanto”.

Uno + uno la santità è contagiosa: l’assemblea era composta da associati e amici del Movimento Pro Sanctitate e tutto il popolo di questa porzione di chiesa che ha riflettuto e pregato per la Santificazione Universale. Alla fine della celebrazione i membri del Movimento hanno consegnato a tutti dei foglietti con la vita di un santo, segno che ricordi a ciascuno che abbiamo dei compagni di viaggio, degli intercessori, delle guide per il cammino di santità sognato dal Padre e annunciato con forza ed umiltà dal Servo di Dio Guglielmo Giaquinta.

 

leggi di più

1+1, il battesimo polveriera di santità

Israele, sorgenti del fiume Giordano
Israele, sorgenti del fiume Giordano

 

In me battezzato

non c'è semplicemente una scintilla del divino,

ma l’abbondanza della grazia divina

che mi costituisce figlio di Dio

per cui posso rivolgermi al Padre

e chiamarlo Abbà, e dirgli:

io sono tuo figlio, tuo erede;

e così a Cristo: tu sei mio fratello.

 

Guglielmo Giaquinta

 

da La Spiritualità del Movimento Pro Sanctitate

La Giornata della Santificazione 2018: credere nell'amore, vivere per servire

Il primo novembre si celebra la Giornata della Santificazione Universale ideata, nel 1957 dal giovane sacerdote romano Gugliemo Giaquinta, oggi Servo di Dio.

La Giornata della Santificazione Universale è occasione di festa, di condivisione, di annuncio e di proposta: ogni uomo, di ogni età e condizione di vita, è chiamato alla santità che è amicizia con Dio, vita educata alla scuola del Vangelo, motore di una Rivoluzione capace di trasformare il mondo.

Il Movimento Pro Sanctitate, raccoglie con gioia e passione la consegna del Fondatore e celebra questa giornata, attraverso un autentico e rinnovato impegno di vita e molteplici esperienze di preghiera, riflessione ed evangelizzazione.

leggi di più

Un Girasole per te 2018 - comunicato stampa

1 Novembre 2018

Il Movimento Pro Sanctitate, nelle piazze d’Italia.

Prendi un girasole,

fai un gesto di fraternità concreta,

condividi il sogno di una rivoluzione

 

Primo novembre, festa di tutti i Santi, memoria grata di uomini e donne che nell’eroismo di grandi gesti o nel nascondimento di straordinarie quotidianità, hanno cambiato la storia. 

Primo novembre, Giornata della Santificazione Universale. Una occasione per ridire a tutti che l’amicizia di Dio non è riservata a pochi, ma è per tutti. Un giorno per rinnovare e condividere il sogno di un mondo diverso, in cui tutti gli uomini vivano da fratelli.

 

leggi di più

1+1=4 (Uno + uno = quattro)

Due lineette rosa ti stravolgono la vita. Ma vale solo la prima volta, il secondo cresce da solo. Dicevano.

Tutto è iniziato in una freddissima giornata di novembre, fuori c’era la neve e noi ci eravamo ritagliati quel sabato pomeriggio per dare alla casa un’atmosfera natalizia con qualche decorazione. Il piccolo di casa era più energico e la mamma più irascibile del solito e così il papà decide di uscire con il piccolo urlatore, con la scusa di comprare la punta dell’albero (la mamma aveva accennato solamente trentatré volte alla mancanza di quest’ultima, quasi con le lacrime agli occhi). Durante questa passeggiata padre-figlio, il papà riceve la chiamata della mamma: “Cos’altro devo comprare?” chiede ironicamente. “Niente di che, solo un test di gravidanza visto che ci sei”. “Perché un test di gravidanza?”. Silenzio… La risposta era ovvia. Da qui alle lineette il passo è breve, o meglio, il passo del papà è veloce, quindi il tempo è breve.

 

leggi di più

Uno + uno, It's ok! – Insieme… la santità è possibile!

A conclusione della bellissima esperienza di Zafferana, dove si è respirato un clima di vera gioia e fraternità, ecco le testimonianze di alcuni partecipanti all’esperienza del Centro Operativo di Catania:

 

«L'esperienza di Zafferana per me è stata bella perché mi sono sentita più partecipe del Movimento e spero di diventarlo sempre più: state diventando una vera bella famiglia per me e mi auguro di camminare assieme a voi verso la santità. Il messaggio che ho recepito è che è possibile percorrere piccoli passi verso la santità nella nostra vita quotidiana, vivendo con umiltà e accettando tutto ciò che ci accade per amore del Signore. Ciò che propone il Movimento Pro Sanctitate, ossia la speranza di poter diventare tutti santi, può diventare un obiettivo alla portata di tutti se lo vogliamo…. Si può diventare santi continuando a vivere la nostra vita di tutti i giorni, nella famiglia, nel lavoro, nella parrocchia o in qualsiasi ambito dove ci è dato  di stare, purché facciamo ogni cosa con umiltà, prendendo come esempio la Madonna, accettando anche la croce che ognuno di noi può avere nella propria vita e vivendola come un’opportunità di crescita spirituale. La Carità è il dono più grande che ci deve accompagnare nel compiere il nostro dovere… la nostra voglia di santità deve condurci a cercare di renderci vicini alle persone che soffrono» (Mariella - Catania).

leggi di più

CHIAMATI A COSTRUIRE PONTI CON L’“OPERAZIONE UNO + UNO”

L’ingegno umano, di ponti, ne ha realizzati tanti lungo i millenni, fin dagli albori della storia, sempre per quell’esigenza connaturale dell’uomo di andare oltre, di superare le barriere, di dilatare le frontiere, di unire e di comunicare! E ciò che è vero sotto l’aspetto fisico e logistico, lo è stato e lo è ancor più radicalmente nell’ordine psicologico e spirituale.

Di ponti costruiti materialmente e anche attraversati da ciascuno di noi ne conosciamo forse una varietà illimitata. Ci sono ponticelli minuscoli appena visibili a cavallo di fiumiciattoli che scorrono nella vallata o in mezzo alla campagna, e viadotti d’autostrada a campata unica, maestosi da vertigini, solo a pensarci. Ci sono ponti levatoi all’ingresso di castelli medievali, e ponti ferroviari innalzati su una sequenza infinita di archi. Ci sono quelli antichi ancora lì a sfidare il tempo e dare testimonianza del genio umano, e quelli di ultima generazione, gli altissimi pennoni che lanciano i loro tiranti non so come sull’altra sponda!

Dei ponti, poi, che sembrano restare invisibili – agli occhi, ma non alla mente e al cuore – non si può far certo una conta matematica. Si può dire però che la storia di per sé è un grande ponte nel tempo: lo è stato e lo sarà ancora, per tutte le generazioni! Che le civiltà nella loro originale identità hanno costituito popoli e nazioni, e le culture con la loro ricchezza hanno attraversato i secoli. Che le religioni nel comune sentire hanno cementato gli uomini tra loro, e il Vangelo di Gesù Cristo, percorrendo in lungo e in largo le strade del mondo, in virtù della testimonianza dei santi e del sangue dei martiri ha seminato il germe della fraternità universale. E che i moderni mezzi di comunicazione sociale, pur nei limiti riconosciuti, sono una sorprendente dilatazione dello spazio e un’inarrestabile sfida di globalizzazione. 

leggi di più