In questa sezione trovi gli ultimi 5 articoli messi In Evidenza

Tutto appartiene all'amore

Mentre il 2022 era agli sgoccioli e tutto il mondo era in preghiera per accompagnare gli ultimi giorni del papa emerito Benedetto XVI, papa Francesco ci ha fatto dono della lettera apostolica “Totum amoris est, per ricordare san Francesco di Sales in occasione del IV centenario della sua morte.

 

La lettera tratteggia, con poche e sapienti pennellate, il Santo vescovo, facendo emergere una figura di intensa spiritualità e di grande attualità.

leggi di più 0 Commenti

Buon Natale a tutti!

Carissimi, 
la Direzione Nazionale rivolge a tutti gli Associati e Amici del Movimento Pro Sanctitate, agli Animatori Sociali, alle Oblate Apostoliche ed agli Apostolici Sodales, l’augurio di un sereno e santo Natale, nella Grazia del Signore. 
In questi tempi inquieti, troviamo forza e consolazione nel sentirci sempre più famiglia, unita nella sequela di Cristo e radunata attorno al Carisma della chiamata universale alla santità, dono prezioso che il Signore ci ha fatto attraverso il nostro Fondatore. 
A Dio Padre eleviamo la nostra preghiera perché Gesù Bambino possa scaldare e convertire i nostri cuori e di quanti ci stanno vicini.
La Direzione Nazionale
del Movimento Pro Sanctitate Italia

Il nostro apostolato: dall'ascolto alla profezia

Il Consiglio nazionale allargato del Movimento Pro Sanctitate

leggi di più 0 Commenti

Consiglio Nazionale

Si è concluso da poche ore il Consiglio Nazionale del Movimento Pro Sanctitate, che ha visto riuniti a Roma i direttori dei Centri Operativi (Palermo, Catania, Agrigento, Riesi, Salerno, Roma, Pescara, Imperia e Calino) e la Direzione Nazionale: due giorni di lavoro intenso per ‘fotografare’ la situazione del Movimento in Italia e per far crescere una visione condivisa del carisma e della sua attuazione nel nostro tempo.

“Ecco faccio io una cosa nuova: proprio ora germoglia, non ve ne accorgete?”: con queste parole del profeta Isaia abbiamo dato inizio al nostro incontro, condividendo e riflettendo insieme sul momento storico che stiamo vivendo, che ci ha messo di fronte a molte difficoltà, che hanno attivato la nostra creatività, ma qualche volta ci hanno anche scoraggiato. Attraverso le parole rivolte al popolo in esilio, il Signore ci invita ad avere fiducia in Lui, a scorgere i segni della sua presenza, ad essere certi che Egli opera sempre e non abbandona mai i suoi figli, dona con generosità la sua grazia, sempre in anticipo sulle nostre azioni.

La concomitanza con la solennità di Pentecoste ci ha fatto invocare con decisione il dono dello Spirito e ne abbiamo sperimentato qualche frutto. Il primo è la gioia dell’ascolto, un dono mai scontato perché accompagnato sempre da tante difficoltà: è stato un ascolto fraterno, sincero, attento e paziente, contrassegnato dalla consapevolezza che ogni parola detta è condivisione di vita, di paure, di speranze.

Un secondo frutto è la novità: non perché abbiamo messo in cantiere qualche progetto inedito e geniale, ma perché ciascuno si è sentito accolto come portatore di una parola inedita, nuova, profetica.

Un terzo frutto è il desiderio, espresso con decisione, di sognare insieme la strada da percorrere, i luoghi da attraversare, la meta da raggiungere.

Forse non abbiamo visto con chiarezza tutto ciò che il Signore sta facendo germogliare, ma lo Spirito ha messo nei nostri cuori la certezza che la Sua promessa è affidabile e certa.

Sulla tua Parola, Signore, ci mettiamo in cammino sulla strada che Tu ci indicherai!

 

Padre Guglielmo, prega per noi!

leggi di più

Buona Pasqua!

leggi di più