In questa sezione trovi gli ultimi 5 articoli messi In Evidenza

Un ideale in Movimento

Nei giorni di sabato e domenica 20 e 21 gennaio, si incontreranno a Roma i direttori dei Centri Operativi d'Italia e la Direzione Nazionale.

Il Consiglio Nazionale, per il Movimento Pro Sanctitate, è un appuntamento di lavoro, di confronto e di progettualità; un momento di incontro, una occasione di condivisione di esperienze e di sogni da realizzare insieme.

 

 

Razzismo: parte di noi tutti. Non solo in Sud Africa

La strumentalizzazione della paura dell’altro da noi (straniero o semplicemente diverso)  é probabilmente la tecnica piú antica al mondo per chi vuole assicurarsi un’ascesa veloce al potere o di chi vuole manterlo quando il consenso inizia a vacillare. 

Il Sud Africa è malauguratamente un esempio paradigmatico al riguardo. Il regime dell’apartheid (terminato formalmente solo nel 1994) si é imposto sulla base di conflitti secolari tra colonizzatori e popolazioni indigene. Nutrito di miti messianici e condito da disprezzo vero e proprio per le razze non bianche, l’apartheid ha tipizzato per circa quarant’anni (almeno) il delirio di onnipotenza che una minoranza accanita e ben organizzata ha imposto a popolazioni tecnologicamente meno avanzate, relegandole alla posizione  subalterna di individui senza diritti, di plebe da sfruttare a fini economici per realizzare gli interessi economici degli egemoni.

leggi di più

IO TU NOI… CON FRANCESCO

Assisi è terra di vocazione per elezione.

Francesco è solo un ragazzo, quando Dio lo chiama a rivoluzionare la sua vita. E dietro di lui i primi compagni, altrettanto giovani, Bernardo, Egidio, Silvestro, Masseo, Chiara…

Non è difficile pensare che il Signore abbia parlato alla loro inquietudine, al senso di prigionia e di restrizione tipico della giovane età, al desiderio di questi ragazzi di costruirsi una identità “altra” da quella che sembra inesorabilmente consegnata dalle proprie origini…

leggi di più

Natale, allora come oggi

Natale

 

Vorrei ripagarti, Signore,

dell’amore mancato.

Nascesti in una stalla abbandonata

perché non vollero riceverti.

E fu l’inizio

d’un questuare silenzioso

di anime che ti accogliessero.

È Natale

e torni ancora, Signore,

a mendicare il nostro amore.

Vogliamo accoglierti, piccolo bimbo,

ma tu trasforma il nostro freddo cuore

da stalla povera

in caldo ambiente degno del tuo dono.

 

(Guglielmo Giaquinta)

Una meraviglia sempre nuova

Non abituiamoci mai a questo Vangelo perché c'è una chiamata e un Si' che cambiano la storia. Non abituiamoci al Natale ma rallegriamoci perché Dio attraverso il grembo di una donna abita il mondo e ciascuno può sperimentare e dire _il Signore è con me_ Non abituiamoci alla Sua presenza ma andiamo alla ricerca di quella Grazia che solo Lui può donare e che sicuro consegna agli umili. Non abituiamoci ai suoi doni ma chiediamo lo Spirito Santo perché possiamo sempre più comprendere cosa significa Dio con noi. Non abituiamoci al mistero ma lasciamo spazio a Dio che si lascia riconoscere lì dove c'è semplicità, verità, accoglienza delle sue sorprese nella nostra quotidianità. Non abituiamoci ma lasciamo che lo stupore di questo Vangelo ci conquisti. Buon cammino di meraviglia sempre nuova. 

 

Maria Francesca Ragusa